Home / Notizie  / Pevero Golf Club/News  / L’abbigliamento per l’alta prestazione nel golf

L’abbigliamento per l’alta prestazione nel golf

12 Set L’abbigliamento per l’alta prestazione nel golf Posted at 08:00h in News by Editor1 Il desiderio di sviluppare al massimo la progettazione, la costruzione e l’impiego degli attrezzi usati in gara o negli allenamenti è sempre

L’abbigliamento per l’alta prestazione nel golf

Il desiderio di sviluppare al massimo la progettazione, la costruzione e l’impiego degli attrezzi usati in gara o negli allenamenti è sempre esistito. Abbigliamento tecnico incluso: vediamo quale

Fin dai Giochi dell’antica Grecia lo scopo della performance sportiva era l’occasione per provare la propria forza. Bisognava mostrare l’abilità dei guerrieri che rappresentavano le varie nazioni di appartenenza e in quell’occasione l’uomo poteva mettere alla prova la propria valenza fisica. Sotto il profilo agonistico le competizioni riproducevano in parte i gesti tipici dei guerrieri e in parte mostravano come si usavano le armi.

A Olimpia, durante lo svolgimento dei Giochi, si stabiliva di comune accordo che tutte le guerre in corso venissero sospese per tutto il periodo. Gare come il lancio del giavellotto, il tiro con l’arco, la scherma, l’equitazione, la lotta e il pugilato, solo per citarne alcune, dimostravano che i Giochi Olimpici erano un evento di pace, pur essendo una manifestazione di capacità guerriera.

Oggi invece le competizioni riproducano in chiave moderna molti degli sport praticati nell’antichità, ma si concentrano principalmente sulle prestazioni fisiche della macchina umana: il massimo in resistenza, in potenza, in forza, in destrezza, in concentrazione ed in tenuta mentale. Si utilizzano diverse e differenti parti della muscolatura corporea e in molti sport ci si avvale di attrezzature, come i bastoni e i driver nel gioco del golf.

È sempre esistito il desiderio di sviluppare al top la progettazione e l’impiego degli attrezzi usati in gara o negli allenamenti. Parlando di abbigliamento, quasi tutti i capi sportivi sono disegnati per essere particolarmente leggeri, in modo da non essere d’ingombro per l’atleta e il dilettante. In alcuni casi è necessario che i capi siano sufficientemente aderenti da non creare neppure attrito, pur non rendendo difficoltosi i movimenti. Dato che molti sport sono praticati all’aperto è necessario che i vari capi di abbigliamento mantengano caldo o fresco il corpo, a seconda delle condizioni esterne.

Ma cosa significa abbigliamento tecnico? È quel particolare tipo di abbigliamento progettato con materiali tecnologici e soluzioni innovative per affrontare situazioni specifiche, come le condizioni atmosferiche particolarmente ventose e piovose dei campi scozzesi, o essere impiegato nello sport a livello agonistico. Alcuni tessuti impiegati nell’abbigliamento tecnico uniscono qualità quali la traspirabilità, la leggerezza, la capacità di regolazione termica. Tra gli indumenti protettivi una citazione a parte va riservata ai guanti, di cui esistono tipologie estremamente specializzate, atte a soddisfare diverse esigenze delle mani degli atleti e dei principianti golfisti. In questo sport le mani devono aderire perfettamente e diventare un tutt’uno con l’impugnatura del bastone e del drive, il grip, per raggiungere il massimo della performance ed agevolare il movimento.

Per assolvere efficacemente a questo ruolo, i guanti sono stati oggetto di una ricerca particolarmente intensa e sono ancora oggi al centro di continui tentativi di miglioramento con risultati eccellenti.

Parlando ora dei bastoni da golf, citiamo uno fra tutti, il driver. Questo bastone dalla testa grossa e dal lungo shaft è generalmente utilizzato per i colpi dal tee di partenza e, se sfruttato correttamente, può spingere la pallina fino a distanze superiori a 250 metri. Le ultime generazioni di driver delle varie marche assicurano una performance maggiore, è più facile effettuare colpi ancora più lunghi, come Tiger Woods che raggiunge con scioltezza i 305-309 metri di distanza con un drive. Questo bastone non può mancare all’interno della sacca da golf di un giocatore medio, uomo o donna che sia, entrambi felici di veder volare la loro palla sperando che rimanga in fairway,

Per chi inizia a giocare a golf solitamente si sceglie un driver da volo medio, con un loft di 10.5° mentre i giocatori più potenti ed esperti utilizzano un loft intorno a 9°. Con questa gradazione del loft il volo è più teso e indirizzato a fare la maggior distanza possibile. Buon divertimento!

Maria Grazia Azzaroni