Home / Moda & Accessori  / Moda Femminile  / Elie Saab e la Regina delle fiabe

Elie Saab e la Regina delle fiabe

Un tributo all’Oriente per la collezione più sontuosa dell’anno

Mentre sulle passerelle internazionali si sono appena concluse le sfilate per la Primavera Estate 2020, ci piace soffermarci per un attimo sul presente e, carpe diem, guardare a dove eravamo rimasti.

 

Incalzano le feste di fine anno e per le fashion addicted è arrivato il momento di sfoggiare gli abiti più incantevoli e audaci, lasciando libero spazio all’immaginazione e osando ciò che in altri periodi dell’anno sarebbe fuori luogo.

 

C’è un couturier che più di altri ha la capacità di trasformare le donne in quelle principesse e regine delle fiabe che hanno accompagnato la nostra infanzia, di dare corpo a creature splendide e inarrivabili e ai nostri sogni più ardenti. Questo couturier è il libanese Elie Saab.

 

Una profusione di velluti, draghi ricamati d’oro, fiori sparsi su tulle vaporosi vestono le nuove imperatrici dell’Haute Couture, in un perfetto connubio fra Oriente e Medio-Oriente. Ne risulta un equilibrio mirabile fra dettagli certosini, raffinati e impalpabili ricami, tagli simmetrici di sete preziose e accessori da mille e una notte.

La ricercatezza sartoriale della collezione Haute Couture per l’Autunno Inverno 2019/2020 svela abiti sfarzosi, principeschi, ma sempre leggiadri nell’enfatizzare il corpo, sottolineandone la femminilità senza esibirla in modo sfrontato. Il guardaroba tradizionale cinese e giapponese è rivisitato in chiave contemporanea con citazioni classiche della tradizione orientale, sensuali e preziosi kimono, sete drappeggiate e maniche bombate, spacchi vertiginosi e colletti piatti. Trionfa il rosso imperiale, il burgundy, il verde bosco e i toni tenui del celeste e del rosa cipria, che lasciano trasparire pennellate, decori e motivi floreali dalle vibrazioni metalliche.

 

Fil rouge della collezione è la cintura ispirata agli obi tradizionali e declinata ton sur ton su ogni capo, e poi le scarpette da fiaba in velluto, con cinturino in cristallo, abbinate agli abiti. I capelli delle modelle sono raccolti in minuscoli chignon e acconciature ricercate, i collier e gli anelli con grandi pietre preziose aumentano l’effetto eclatante e riprendono le nuance degli abiti.

 

Conclude trionfalmente il defilè una sposa radiosa e solare, una vera regina avvolta in una nuvola d’oro, con lungo velo a strascico, incarnando un sogno senza tempo, quello di essere la più bella del reame.

Nathalie Anne Dodd

[aps-counter]