Home / Destinazione  / Costa Smeralda  / Costa Smeralda/Spiagge  / Cala Granu, scogliere scolpite nel tempo

Cala Granu, scogliere scolpite nel tempo

Incastonata tra rocce e natura incontaminata, la splendida baia bianca si specchia nell’immensità salata screziata dal verde smeraldo al blu intenso.

Cala Granu, a pochi passi da Porto Cervo, è un indimenticabile specchio d’acqua dalle diverse sfumature del verde smeraldo e del blu intenso, colori indimenticabili e imperdibili per chiunque voglia assaporare una delle più belle calette della Costa Smeralda.

È la spiaggia in cui gli abitanti di Monti di Mola facevano i bagni prima della nascita della Costa Smeralda. È una delle prime spiagge a essere stata “scoperta” dai turisti negli anni Cinquanta. È una spiaggia con un nome carico di storia: Cala Granu, il golfo alle cui spalle veniva piantato il grano, fin dall’antichità.

La piccola spiaggia – misura appena un centinaio di metri – vanta una sabbia candida e finissima, caratterizzata da un ampio basso fondale sabbioso, il quale dona alla superficie marina dei colori da opera d’arte. Racchiusa da scogliere rocciose che la riparano dal vento, alle spalle è protetta da un’ampia macchia mediterranea. In estate, offre lo spettacolo delle barche a vela ancorate al largo, con vista sul faro di Capo Ferro.

Facilmente raggiungibile, è ideale anche per famiglie con bambini per l’acqua poco profonda per decine di metri, Cala Granu è vivamente consigliata ai romantici. Lo scenario è al top con vento di maestrale, che conduce le alghe fuori dalla spiaggia e dalla baia svelando i colori più belli. Quando il vento soffia da sud, conviene prendere l’auto e spingersi fino al vecchio faro di Capo Ferro, per una interessante escursione ai confini della Costa Smeralda.

COME ARRIVARE – Da Olbia seguire le indicazioni per la Costa Smeralda; al bivio dell’Abbiadori, in direzione di Porto Cervo, a 3.1 km voltare a destra per Porto Cervo Marina e proseguire per località Cala Granu. Procedere, seguendo le segnaletiche, per 1.1 km. Al termine, si lascia l’auto e si prosegue a piedi per 250 metri fino a raggiungere la spiaggia.

INFO UTILI – È riparata dai venti ed è facilmente raggiungibile, ideale per famiglie e per chi ama la tranquillità. Parcheggio a pagamento. Una parte della spiaggia è riservata all’albergo adiacente, che ospita l’Orange Beach, un nuraghe rinnovato che ospita tra l’altro grandi letti prendisole. È possibile noleggiare lettini, ombrelloni e pedalò. Servizio di salvataggio.

[aps-counter]