Home / Notizie  / Premio Letterario/News  / Biologia marina: ecco i libri più interessanti

Biologia marina: ecco i libri più interessanti

La tutela del mare e dell’ambiente marino parte dalla conoscenza delle meraviglie che ci vivono Biologia marina, un argomento meraviglioso che merita un approfondimento. Inoltre i libri di biologia marina sono molto belli, con foto stupende e informazioni che lasciano

La tutela del mare e dell’ambiente marino parte dalla conoscenza delle meraviglie che ci vivono

Biologia marina, un argomento meraviglioso che merita un approfondimento. Inoltre i libri di biologia marina sono molto belli, con foto stupende e informazioni che lasciano a bocca aperta. I migliori volumi, oltre a essere indispensabili per lo studio della disciplina, hanno la capacita’ di avvicinare anche il lettore neofita alle meraviglie degli ecosistemi marini terrestri e delle forme di vita che li abitano. Il Premio Costa Smeralda, che si fa promotore della tutela del mare e dell’ambiente marino, vuole suggerire alcuni tra i migliori libri di biologia marina disponibili in lingua italiana.

Biodiversità e funzionamento degli ecosistemi marini di Roberto Danovaro “Biologia marina. Biodiversità e funzionamento degli ecosistemi marini” fornisce agli amanti del mare uno strumento per capire e conoscere la vita che popola gli oceani, gli straordinari adattamenti degli organismi marini al loro ambiente e la varietà delle forme di vita che popolano i diversi habitat del nostro pianeta. Il lettore viene introdotto alla conoscenza della biologia marina vedendo il mare con gli occhi dei suoi abitanti. Le proprietà dell’acqua di mare, le correnti e le caratteristiche dei fondali sono descritte in funzione di come gli organismi marini le percepiscono e le sfruttano a proprio vantaggio. Questo libro spiega al lettore non solo come riconoscere i principali organismi e habitat marini, dalla costa agli abissi, ma ci aiuta anche a comprenderne i complessi cicli vitali, i fattori ambientali che ne controllano la distribuzione, la riproduzione e la crescita. Infine, viene confrontato il funzionamento di diversi ecosistemi marini per comprenderne meglio le caratteristiche e peculiarità. Il presente volume si è arricchito di approfondimenti sulle metodologie adottate per lo studio degli ecosistemi marini e di un capitolo sugli impatti dell’uomo sul mare, dalle plastiche ai cambiamenti climatici.

Biologia marina di Castro e Huber è il frutto di una profonda opera di revisione, aggiornamento e arricchimento iconografico del lavoro che ha spostato il focus del testo sul Mar Mediterraneo e, in particolare, sui mari che bagnano la penisola italiana e le sue isole.

Fisiologia degli animali marini di Alessandro Poli e Elena Fabbri presenta le nozioni chiave relative all’adattamento di vertebrati e invertebrati all’ambiente marino. Una particolare attenzione è data agli animali che sono oggetto di studi approfonditi dai quali sono emersi aspetti fisiologici singolari e inaspettati.

Guida alla biologia marina del Mediterraneo di Carlo Cerrano, Massimo Ponti e Stefano Silvestri è un testo ricco di spunti e di curiosità in grado di fornire a tutti gli appassionati, subacquei e non, le conoscenze di base sul mare, i suoi abitanti e sui suoi equilibri ecologici. Oltre 500 schede, tutte a colori, consentono una analisi immediata e completa degli organismi viventi nel Mediterraneo.

Atlante di flora & fauna del Mediterraneo e’ una guida per scoprire le meraviglie del Mediterraneo, con testi semplici e oltre 1200 fotografie a colori. Sono rappresentate oltre 900 specie diverse, fotografate in ambiente naturale. Dalla Turchia alla Spagna, dal canale di Sicilia alla Liguria, dall’Adriatico allo stretto di Messina, tutta la varietà degli organismi mediterranei e le “new entries” dal Mar Rosso e dall’Atlantico formano un testo utile per i subacquei, gli studenti e per tutti coloro che amano il Mediterraneo.

Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo di Patrick Louise descrive tutti i pesci marini dell’Europa occidentale e del Mediterraneo che si possono incontrare nella fascia costiera entro 50 m di profondità, complessivamente oltre 750 specie. L’obiettivo è di permettere l’identificazione visuale dei pesci nel loro ambiente. Vi e’ un disegno per ciascuna specie.

Pinneggiando nei mari italiani. Atlante della flora e della fauna ha l’obiettivo di mettere in risalto la complessa biodiversità dei mari italiani e di farne conoscere le meraviglie. Il volume descrive oltre 650 specie, dalle alghe ai mammiferi, ed è preceduto da un’introduzione sui principali ambienti presenti lungo le coste italiane, dalla superficie alle maggiori profondità, in un’alternanza di aree sabbiose, ciottolose e rocciose, caratterizzate da habitat marini peculiari, come per esempio il coralligeno. Per maggiore facilità, i mari italiani sono stati suddivisi in nove settori biogeografici, considerando come confini le aree di transizione che variano in conseguenza delle variazioni climatiche. Inoltre, si trovano le varie convenzioni internazionali, che salvaguardano le specie e gli ambienti in cui vivono. 

Arianna Pinton